Giver o taker? Il valore pratico ed economico dell’Intelligenza Emotiva

Sei un GIVER o un TAKER? Probabilmente potresti essere un MATCHERS, ossia qualcuno che si regola di volta in volta, cercando di capire se c’è un tornaconto ad essere generosi oppure no.
Nelle organizzazioni maggiormente performanti vi è un’alta percentuale di GIVERS!
La cosa singolare è che i GIVERS sono nelle organizzazioni sia quelli con le perfomance più basse e con le più alte. Come mai?
Dipende dalla cultura organizzativa e da quanto è in grado di proteggere (si proteggere!) e favorire uno sviluppo equo della cultura dei GIVERS, ovvero di chi naturalmente si pone innanzitutto la domanda – COSA POSSO FARE PER TE? – e non la domanda – COSA TU PUOI FARE PER ME?
Quali sono le 3 cose più importanti che le organizzazioni debbono fare?
1- Proteggere i GIVERS dal Burn out, ossia dall’eccessivo esaurimento delle risorse emotive e psicologiche che sono necessarie per rendersi utili per gli altri
2- Incoraggiare una cultura che favorisca la possibilità di chiedere aiuto, senza che questo sia associato a debolezza, incapacità o incompetenza
3 –Far salire le persone giuste (e far scendere quelle che non sanno contribuire!) per evitare che l’inserimento di chi è generoso significhi per il team una facile via per delegare ingiustamente, scaricando le attività più noiose e difficili.
La vostra organizzazione come tratta i GIVERS?

 

Contattami

Scrivimi, ti risponderò prima possibile.

Start typing and press Enter to search